Perché devi affidarti ad uno speaker professionista per realizzare i messaggi audio del tuo Numero Verde 800

di Maria Gaja Suriano

speaker professionista

“Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione”

(Oscar Wilde)

Mai citazione si è rivelata più vera: la prima impressione conta e può incidere in maniera sostanziale sul fatturato della tua azienda! Rifletti un attimo: non ti è mai capitato di cambiare idea su un acquisto perché la persona con cui hai parlato ti ha fatto una “cattiva impressione”? Oppure l’azienda stessa si è presentata in maniera poco professionale e hai preferito acquistare da un competitor? Succede più spesso di quanto tu possa immaginare!

In un mondo come il nostro, in cui tutto si muove velocemente e le persone sono letteralmente bersagliate da stimoli e proposte d’acquisto, riuscire a fare una buona “prima impressione” per conquistare la fiducia di un possibile acquirente è fondamentale per la tua azienda.

Da dove si inizia? Senza dubbio devi avere un buon prodotto e un’ottima strategia di comunicazione per far sì che le persone ti contattino. Se hai seguito i miei consigli su come impostare una strategia di Inbound Marketing, stai già raccogliendo i frutti del tuo lavoro e ricevendo parecchie chiamate sul tuo NumeroVerde800 da parte di “contatti caldi”, ovvero persone interessate ad acquistare i tuoi prodotti o servizi.

Benissimo, ma non basta: le persone che ti chiamano devono avere una buona “prima impressione” di te, devono percepire la professionalità della tua azienda fin dalla prima risposta! Ecco perché oggi voglio parlarti dell’importanza di affidarti a un professionista della voce per realizzare i messaggi audio da installare sul tuo NumeroVerde800. Se hai deciso di utilizzare il centralino integrato VERDE IVR per lo smistamento delle chiamate o la segreteria, la voce di uno speaker professionista potrà fare la differenza rispetto ai tuoi competitor!

Approfondisci

Business Center in Italia: intervista a Gianluca Mastroianni

di Maria Gaja Suriano

business center

“L’abilità di convertire le idee in cose è il segreto del successo esteriore”

(Henry Ward Beecher)

Nell’epoca della sharing economy un numero sempre maggiore di aziende e liberi professionisti scelgono la flessibilità lavorativa. La condivisione di spazi e risorse è sempre più frequente: anche in Italia, i Business Center si sono diffusi a macchia d’olio.

Ti stai chiedendo di cosa si tratta e cosa offrono i Business Center? I Business Center sono strutture che offrono uffici arredati a tempo, postazioni di lavoro, sale per riunioni o congressi. Non si tratta di semplici coworking, ma di spazi che offrono soluzioni per aziende e liberi professionisti: una vera e propria sede aziendale, senza gli oneri della manutenzione, della gestione condominiale o delle spese per le utenze (servizi già compresi nel costo della tariffa di noleggio).

Ho avuto il piacere di intervistare Gianluca Mastroianni, il precursore dei Business Center italiani. Gianluca, insieme al suo socio Stefano Garuti, ha fondato Ufficiarredati.it, Domiciliazione.com e Ufficiotemporaneo.it, le piattaforme che consentono l’incontro tra l’offerta di spazi e la domanda sempre crescente di flessibilità da parte di aziende e liberi professionisti.

Gianluca, che opera anche come consulente, è stato prodigo di consigli e suggerimenti.
Fossi in te, preparerei carta e penna!

Approfondisci

Spot radiofonici: come stimolare l’ascoltatore e spingerlo a contattarti?

di Maria Gaja Suriano

spot radio per vendere

Ascoltare la radio è la cosa più vicina alla lettura. Come il libro, la radio racconta suggerendo, offre spunti sui quali si mette in gioco la fantasia. (Tommaso Labranca)

Molte persone credono che la radio sia uno strumento di marketing “superato” e hanno scelto di non investire in annunci radiofonici. Come sempre, le scelte di marketing in azienda dipendono da moltissime variabili, ma prima di decidere dove investire il budget pubblicitario hai guardato le statistiche di ascolto radiofonico?

Soltanto nel primo trimestre del 2019, il Tavolo degli Editori Radio (TER) ha stimato una media giornaliera di ascoltatori di quasi 35.000 persone, con una durata media dell’ascolto pari a 200 minuti al giorno: non male per uno strumento considerato ormai sorpassato, non credi?

Se ci pensi bene, ci sono diverse situazioni in cui ogni giorno le persone si ritrovano ad ascoltare la radio: in macchina, in autobus, nei negozi, mentre si fa sport, nelle sale d’aspetto di molti professionisti. Insomma, un annuncio radiofonico può farti raggiungere molte più persone in target con i tuoi prodotti o servizi rispetto a quello che credi! 

Questo, però, può avvenire a patto che la tua pubblicità per la radio sia strutturata nella giusta maniera: devi riuscire a catturare l’attenzione dell’ascoltatore e spingerlo a compiere un’azione. Oggi, quindi, voglio spiegarti come rendere memorabile il tuo annuncio e quali sono le “chiamate all’azione” più efficaci per il tuo spot radiofonico.

Approfondisci

Video efficaci: come scegliere la giusta Call-To-Action e conquistare contatti qualificati

Non siamo nati per leggere. (Maryanne wolf)

“Un’immagine vale più di mille parole”: quante volte hai letto o sentito dire questa frase? Si tratta sicuramente di una citazione abusata, ma estremamente vera. Difatti, il cervello umano ricorda l’80% di ciò che vede, ma appena il 20% di ciò che legge! Per questo motivo, se non lo fai già, dovresti sviluppare una strategia di marketing visuale che integri i contenuti visivi: immagini, infografiche di prodotto e video.

Ma se un’immagine vale più di mille parole, quanto valgono le immagini in movimento? In termini di acquisizione di lead e di brand reputation, i video valgono molto, anzi moltissimo. Secondo il report Digital 2019, una ricerca condotta annualmente da We Are Social in collaborazione con Hootsuite, gli Italiani trascorrono una media di 6 ore al giorno connessi a Internet, di cui quasi 3 ore guardando contenuti video: il 92% delle persone guarda video online. Che si tratti di contenuti visivi sui social network o dello streaming TV online poco importa: quello che veramente conta è usare questi dati per impostare una strategia di lead generation e aumentare le vendite della tua azienda.

Oggi voglio dunque consigliarti come sfruttare queste informazioni a tuo vantaggio, creando degli spot video che invoglino le persone a compiere la giusta “chiamata all’azione”: contattare la tua azienda per acquistare i tuoi prodotti o i tuoi servizi.

Approfondisci

Landing page mobile-friendly: come creare pagine di vendita per ottenere conversioni da dispositivi mobili

La landing page o pagina di atterraggio è una vera e propria pagina di vendita online: si tratta di quella pagina in cui gli utenti atterreranno dopo aver letto l’annuncio in cui proponi un tuo prodotto, un tuo corso, un tuo servizio. I dati parlano chiaro: la maggior parte delle persone arriverà sulla tua landing page tramite uno smartphone.

Infatti, secondo una statistica dell’Osservatorio Mobile B2c Strategy del Politecnico di Milano, almeno il 70% degli italiani usa lo smartphone per navigare su Internet e cercare informazioni su prodotti o servizi da acquistare. A questa tendenza, però, non corrisponde un aumento consistente delle conversioni da mobile.  

Ciò accade perché spesso la pagina di atterraggio è stata progettata da desktop, senza pensare all’ottimizzazione per i dispositivi mobili! Probabilmente starai pensando che non è questo il tuo caso, ma nei sei davvero certo?

Oggi ti voglio parlare delle caratteristiche di una landing page efficace da mobile: continua a leggere per scoprire se le tue pagine di vendita sono state progettate correttamente o se è necessario intervenire per correggere alcuni errori ed evitare di perdere clienti!

Approfondisci

Telefonate in ingresso: come acquisire contatti qualificati da trasformare in clienti

La vendita parte dall’ascolto attivo: impara ad ascoltare le persone e loro ti premieranno, comprando i tuoi servizi e i tuoi prodotti

Hai impiegato tempo e risorse economiche per sviluppare il tuo business, per trasformare la tua azienda in un brand riconosciuto ed entrare nella mente dei tuoi (possibili) clienti. Finalmente, stai raccogliendo i frutti di un così duro lavoro: le persone che hanno bisogno di acquistare un prodotto o un servizio simile a quello che offre la tua azienda hanno deciso di contattarti per avere maggiori informazioni.

Sì, la tua strategia di Inbound Marketing ha funzionato e, tra tutti i competitor, le persone hanno scelto di chiamare proprio te. Fantastico, no?

Il momento di esultare però non è ancora arrivato! Adesso ti aspetta il lavoro più duro: gestire le chiamate in entrata in modo efficace. Devi riuscire a trasformare la curiosità e l’interesse generati dalla tua pubblicità in reale volontà di acquisto.

Oggi voglio parlarti di tecniche di vendita telefonica per trasformare i contatti acquisiti in clienti. Ne usi già qualcuna? Scopriamolo insieme!

Approfondisci

Customer service: l’assistenza ai clienti nel servizio post-vendita

Un cliente soddisfatto non solo tornerà a comprare da te, ma consiglierà alla sua cerchia di conoscenze i tuoi prodotti o servizi.

Oggi il customer service è diventato il cuore di ogni business: qualsiasi sia il prodotto o servizio che vende la tua azienda, se vuoi incrementare le vendite e aumentare il fatturato devi avere un’assistenza clienti qualificata e dotarti di strumenti che possano facilitare la gestione di eventuali problemi o richieste del cliente nella fase post-vendita.

Ti ho già parlato più volte di customer service qui sul nostro blog e dei vantaggi di avere un cliente fidelizzato, ma oggi voglio focalizzarmi sulla risoluzione dei problemi e sugli strumenti più utili per rispondere in maniera veloce ed efficace alle richieste dei tuoi clienti.

Approfondisci

L’arte del copywriting: intervista a Marco Lutzu

All you need is copy” (Marco Lutzu)

Il copywriting, l’arte di scrivere per vendere, è una delle attività principali da inserire nel proprio marketing: saper usare bene le parole ti aiuterà a entrare nella mente delle persone e a convincerle a diventare tuoi clienti, comprando i tuoi servizi o i tuoi prodotti. Si tratta dunque di imparare a comunicare con i possibili clienti in modo da suscitare una “risposta diretta”: l’acquisto di ciò che proponi.

Quando si parla di copywriting a risposta diretta, non si può non citare l’esperto di questa disciplina in Italia: Marco Lutzu, meglio conosciuto come Dr. Lutz. Marco ha fondato la Copy Academy, la prima accademia italiana di copywriting; ha creato CertifiCopy, un percorso di 12 mesi per diventare copywriter; è autore di Vanna Marketing, testo in cui esplora le tecniche di manipolazione e marketing usate dai più grandi truffatori della storia, e di Scrivere Per Vendere, un vero e proprio manuale di scrittura persuasiva, definito come “la Bibbia del Copywriting”.

Recentemente, ho avuto la fortuna di poter fare una chiacchierata con Marco Lutzu e oggi ti racconto cosa ci siamo detti! Sei pronto a prendere appunti?

Approfondisci

Come automatizzare il customer service della tua azienda senza rinunciare al lato umano

Un servizio clienti efficace ed efficiente è il punto di partenza per conquistare la fiducia delle persone e aumentare le vendite.

Negli ultimi anni si parla sempre più spesso di intelligenza artificiale e di chatbot. Molte aziende hanno iniziato a usare questi strumenti per la gestione del customer care, relegando il contatto umano a un ruolo sempre più marginale o talvolta eliminandolo del tutto: purtroppo non c’è nulla di più sbagliato!

Oggi vorrei farti capire l’importanza del lato umano del customer service e spiegarti perché hai ancora bisogno delle persone in carne e ossa per gestire i rapporti con prospect e clienti.

Approfondisci

La pubblicità scientifica: perché e come può migliorare le tue conversioni

“è ormai arrivato il momento in cui la pubblicità è riconosciuta come scienza. essa si basa su solidi princìpi ed è ragionevolmente esatta. […] sappiamo quali sono le cose che hanno maggior efficacia e agiamo sulla base di leggi fondamentali.” (Claude C. Hopkins)

Nel suo libro Scientific Advertising, il copywriter e pubblicitario statunitense Claude C. Hopkins è stato il primo a introdurre l’idea che la pubblicità fosse una vera e propria scienza.

Se credi che io stia esagerando, continua a leggere. Oggi voglio spiegarti meglio cosa si intende per pubblicità scientifica e come puoi utilizzare questa disciplina per far crescere la tua azienda.

Approfondisci

Come usare il marketing binario per la tua azienda: 3 consigli per non commettere errori

Il modo più agile e veloce con cui è possibile trasformare le sorti della propria attività è cambiare la strategia imprenditoriale.” Frank Merenda

Come tutti gli imprenditori, saprai bene quanto è importante impostare una corretta strategia di marketing per il tuo business. Conosci già il concetto di marketing binario?

Chiariamo subito: quando parlo di marketing binario non mi sto riferendo al Network Marketing, ovvero alla promozione di un prodotto o servizio tramite un network di “sponsor” aziendali costruito su due binari o gambe.

Con l’espressione “marketing binario” mi riferisco invece all’accezione data dall’esperto di marketing, nonché padre del concetto di posizionamento di marca, Al Ries. In uno dei suoi libri più famosi, Focus, Ries analizza l’applicazione del marketing binario e la relativa suddivisione del mercato in due categorie: i clienti e i non clienti.

Oggi, partendo dagli spunti indicati da Ries, voglio spiegarti perché applicare una forma scorretta di marketing binario può rivelarsi una strategia davvero deleteria e darti alcuni consigli per creare una strategia di marketing binario efficace per la tua azienda.

Approfondisci

Big data, data mining e data analysis: come sfruttare i dati per migliorare le attività di marketing aziendale

I dati che raccogli sono una miniera d’oro: sai come usarli?

Negli ultimi anni avrai sentito parlare sempre più spesso di big data, la grande mole di informazioni che noi tutti generiamo ogni giorno. Hai mai pensato a cosa potresti fare con questi dati se solo riuscissi a raccoglierli, organizzarli e analizzarli?

Ti do una buona notizia: molte di queste informazioni si trovano già all’interno del tuo database aziendale, ma spesso sono conservate in maniera frammentaria e non sono subito reperibili.

Nel post di oggi ti parlerò di data mining, delle tecniche più diffuse per l’estrazione dei dati e di come iniziare a costruire un database per la tua azienda.

Approfondisci

Come risolvere il problema della geolocalizzazione del tuo prefisso numerico? Te lo spiega Ernesto Di Majo

Sono le esperienze dirette e concrete dei nostri clienti le parole che meglio riescono a raccontare l’utilità e l’efficacia del nostro servizio come strumento di marketing e di comunicazione in grado di contribuire alla costruzione della reputazione, dell’immagine e della credibilità aziendale, oltre che alla costruzione di un rapporto di fiducia con i clienti e con i potenziali clienti.
La storia che ti racconterò in questo post è quella di Ernesto Di Majo, Temporary Manager specializzato nel Franchising. Ecco le inedite prospettive che ci ha suggerito!

Approfondisci

Persone, percezione e qualità: ecco perché funziona Numero Verde 800

L’intervista ad Andrea Pessotto

andrea pessotto

Quando incontri un cliente che ha voglia di raccontare le sue esperienze con lo strumento di marketing NumeroVerde800, aperto al dialogo, generoso nella condivisione, la soddisfazione è ben alimentata e il risultato è di quelli che tengono ben volentieri gli occhi incollati al pc. E c’è di più, perché quest’intervista ha una peculiarità molto interessante: il cliente che sta per raccontarci la sua esperienza con NumeroVerde800 è un professionista del marketing e della comunicazione, un professionista che ha scelto di introdurre il nostro strumento di marketing nelle strategie che ogni giorno, a sua volta, pianifica per i suoi clienti.
Di chi si tratta? Lui è Andrea Pessotto, Founder e CEO di Smartup Agenzia.
Ecco la sua intervista.

Approfondisci

Numero Verde 800 : Luca ti suggerisce il vantaggio principale per il tuo business

post57

Ricordi la storia di Filippo? Filippo è un imprenditore che ci ha raccontato la sua esperienza con il Numero Verde 800, uno strumento utile e vantaggioso per il tuo business.
Come lui, sono molti altri gli imprenditori che hanno tratto e quotidianamente traggono giovamento dall’impiego del numero verde gratuito.

Qui ti raccontiamo la storia di Luca Baggiolini, titolare di Italian Way Superfood, un’azienda che vende prodotti dedicati al benessere e alla cura di sé. A Luca ho rivolto diverse interessanti domande, alle quali ha risposto raccontandoci la sua esperienza e cosa di vantaggioso ha ricavato dal saggio impiego del Numero Verde 800.

Approfondisci

Numero Verde 800 : storia (vera) di credibilità e serietà

storytelling malvezzi

Questa è la storia di Filippo, ma può essere anche la tua storia e quella del tuo business, una storia che vive nella realtà e nella concretezza, un’esperienza personale che ti racconterà come e quanto può essere effettivamente utile ed efficace per un brand la scelta strategica di impiegare NumeroVerde800 come strumento di marketing e di comunicazione.

Approfondisci

Vince chi è migliore o chi è differente? 4 consigli per superare la concorrenza

differente vs migliore

Non devi semplicemente essere considerato il migliore. Devi essere considerato l’unico a fare quello che fai, un lapidario Jerry Garcia in The Grateful Dead.

Il problema principale che spesso molte aziende e start-up devono affrontare è l’errata concezione che essere i migliori sul mercato costituisca la vera forza di un brand, capace di trainare il business e il fatturato. Nulla di più sbagliato, invece!

Approfondisci

Come usare il Neuromarketing per aumentare le vendite. 10 leve per creare un’esperienza d’acquisto positiva

neuromarketing

La vendita e l’acquisto sono azioni complesse, che è possibile raggiungere al termine di un percorso di vendita ben strutturato. Sono tanti, infatti, i fattori che incidono sulla decisione di acquisto e proprio su questi può agire positivamente o anche negativamente il marketing e il neuromarketing. Cos’è il neuromarketing? Su quali leve agire per indirizzare il processo di vendita e i potenziali clienti verso l’acquisto?

Approfondisci

Inbound Marketing: cos’è e l’opportunità che non ti aspetti

post55

L’obiettivo principale della presenza in Rete di un brand è la vendita, che può essere diretta, come nel caso degli e-commerce, o indiretta. Nel caso della vendita indiretta lo scopo si raggiunge costruendo e gestendo la brand reputation online, favorendo la brand awareness, l’engagement, l’acquisizione di leads e la fidelizzazione dei clienti.

Sfruttare al meglio le opportunità di business che la Rete offre è possibile solo se pianifichiamo una strategia di Inbound Marketing efficace, costruita sulla base delle caratteristiche del brand, degli obiettivi da raggiungere e del budget a disposizione, da ripartire in modo ottimale fra i vari e preziosi strumenti a disposizione.

Approfondisci